sabato 21 settembre 2019
12.04.2012 - REDAZIONE

Rally "Conca d'Oro" pronto al debutto Gabriele Cogni (FOTO)

La stagione di Gabriele Cogni e Silvia Mazzetti entra nel vivo con la prima delle sei gare in cui si articola il Citroen Racing Trophy, il prestigioso campionato monomarca della Casa francese che può aprire importanti prospettive di carriera per i giovani piloti. L’appuntamento è in Sicilia con il Rally Conca d’Oro che è anche la prima prova del massimo campionato nazionale su sterrato, il Trofeo Rally Terra. Gabriele e Silvia ci arrivano dopo la grande impressione che hanno suscitato le loro prestazioni al Rally del Ciocco e Valle del Serchio, appuntamento d’apertura del Campionato Italiano Rally 2012 e che ha segnato l’esordio sull’asfalto dell’equipaggio classe 1987 della United Business con la Citroen DS3 R3T gommata Pirelli e curata dalla BP Racing.

Ma a Corleone - sede centrale del rally che si disputerà nella giornata di sabato su 9 prove speciali – sarà tutta un’altra storia: “In effetti per me sarà forse più difficile che per gli altri, visto che nel mio curriculum agonistico lo sterrato è quasi del tutto assente – spiega Gabriele – ma nella Ronde Liburna, che ho affrontato a titolo di test il mese scorso, oltre ad aver ottenuto tempi discreti mi sono divertito. Ed il divertimento è la base del feeling con la vettura e con il fondo. Dunque anche se ho tanto da imparare in Sicilia non ho alcuna intenzione di fare semplicemente il comprimario. Certo qui la concorrenza sarà di altissimo livello: nove Ds3 R3T al via fra cui tre piloti affermati come Andrea Crugnola (lo scorso anno ‘ufficiale’ Citroen Italia), Alessandro Bettega (pilota che ha già corso ai massimi livelli nel mondiale) e Rudy Michelini (pilota prioritario Csai già vincitore di numerose gare con le più potenti Wrc e S2000) sembrano i predestinati a giocarsi il successo ma anche i vari Re, Strambi, Caldart, Della Casa e Vagli sono piloti temibili e farò su di loro la mia gara, visto che il mio primo obiettivo stavolta deve essere arrivare in fondo e possibilmente nei primi 5 per arrivare alle prossime gare su asfalto con un buon bottino di partenza.”

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo