martedì 18 gennaio 2022
26.09.2011 - S.B.

Impianti sportivi e contributi a Bordighera: ora interviene la Regione Liguria

L'altra mattina l’Assessore regionale allo Sport Gabriele Cascino ha incontrato le società sportive della “ Citta delle Palme” per mettere a punto il futuro incontro con la Commissione governativa

L’Assessore allo sport della Regione Liguria Gabriele Cascino l'altra  mattina ha incontrato, a Bordighera, le Società sportive della “ Città delle Palme” che nei giorni scorsi si sono lamentate per gli eccessivi oneri da cui sono state caricate a seguito degli ultimi provvedimenti della Commissione Governativa che regge le sorti dell’Amministrazione bordigotta: dopo il ben noto scioglimento del Consiglio comunale per inquinamento mafioso. “ Ho desiderato in tal modo essere meglio edotto della situazione e delle doglianze da parte dei vari sodalizi sportivi. Si è trattato di un incontro sincero e cordiale. Grazie al contributo di tali società , ora,mi sarà più facile incontrare la Commissione Governativa che siede a Palazzo Garnier ed affrontare le problematiche varie per contribuire a dipanarle” ha dichiarato lo stesso Cascino. Interviene, dunque, in prima persona la Regione Liguria, tramite appunto l’ Assessore allo Sport Gabriele Cascino che vive nella vicina Arma di Taggia e lavora a Sanremo, nella querelle che divide i tre Prefetti chiamati a guidare l’Amministrazione comunale di Bordighera e le singole società sportive, che operano tutte grazie all’entusiasmo dei loro dirigenti ed accompagnatori. Cascino nei prossimi giorni incontrerà la Commissione governativa, composta dai Prefetti Montebelli, D’Attilio e Fazio per contribuire a risolvere l’impasse. L’incontro di stamattina è stato, per l’appunto, propedeuto a quest’ultimo summit.“ L’Ente che rappresento ha a cuore la pratica sportiva dei giovani liguri e dunque pure dei bordigotti. Nella “ Città delle Palme” invece, a causa di alcuni intoppi di natura burocratica, c’è il concreto pericolo che le società sportive locali la cui attività viene portata avanti da veri e propri volontari, come sono i dirigenti ed i genitori degli atleti, si blocchi immediatamente a causa della penuria di fondi. Per scongiurare questa situazione, deleteria sotto il profilo sociale, ho chiesto alla Commissione governativa che regge le sorti del Comune imperiese un incontro urgente” sottolinea Cascino. Si terrà molto probabilmente nei prossimi giorni a Palazzo Garnier sede del Municipio bordigotto. Come è ormai ben noto a parecchie società sportive dilettantistiche la Commissione governativa, composta dai Prefetti Montebelli, D’Attilio e Fazio, ha tagliato i contributi annuali. Erano per detti sodalizi una fonte d’entrata non indifferente unitamente alle quote d’iscrizione societaria pagate dai tesserati. Godevano pure della caratteristica dell’onnicomprensività: il Comune cioè dagli stessi scomputava le somme a credito per l’affitto degli impianti in cui le medesime società sportive svolgevano la propria attività. Non essendo più ora così i singoli sodalizi dovranno pagarsi le cosiddette spese vive per l’uso degli impianti oltre al canone annuo d’affitto. Una brutta tegola che potrebbe causare la chiusura dell’attività da parte di molte società. A ciò bisogna pure aggiungere che a causa di alcune diatribe tra i gestori del Palasport di Via Diaz ed il Comune quest’impianto, ove sorge sia la piscina comunale che il Palasport, rimarrà chiuso ed inutilizzato sino almeno al sette Ottobre quando, di solito, l’attività sportiva è già iniziata da tempo. Lancinante il grido d’allarme lanciato dall’ Abc, squadra di Pallamano della cittadina rivierasca che milita in Serie B nazionale e che quest’anno compie quarant’anni d’attività: al sodalizio presieduto da Donatella Albano è stato chiesto il pagamento di seicento Euro d’arretrati, trecento per l’affitto della Palestra Conrieri nel 2009 e trecento per quello del Palazzetto di Via Diaz nel 2010. “ Rischiamo di chiudere” hanno detto i dirigenti biancorossi. Considerato tutto questo, l’Assessore ligure allo Sport ha deciso di vederci più chiaro e di chiedere un incontro ai Commissari governativi di Bordighera. “ Va benissimo reintrodurre il concetto di legalità e trasparenza in un Comune che, nel recente passato, troppo spesso è stato teatro di episodi ben poco chiari e molto pericolosi per l’ordinata vita civile ma di certo non devono rimetterci i giovani atleti che, con entusiasmo e spirito di sacrificio, svolgono un’ attività sana, ben lontana in quanto a mentalità e valori da certi mondi malavitosi”, chiosa infine Cascino. L’Assessore, comunque, prima di incontrare la Commissione Governativa della Città delle Palme per discutere dell’argomento, Domenica mattina alle nove e trenta avrà un sincero confronto con le Società sportive bordigotte per essere meglio edotto della situazione.

Sergio Bagnoli                


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo