sabato 21 settembre 2019
04.11.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Alessandro Marra: "Le biciclette? la mia passione...parola di jena!"

Ebbene sì, il ventimigliese Alessandro Marra è il vulcano in piena che conosciamo. Tanto simile a Jena Plissken, il personaggio inventato da John Carpenter per "Fuga da New York". Gli manca solo la benda sull'occhio per farne un pirata "metropolitano". Lo abbiamo incontrato nel suo negozio/officina di Ventimiglia conosciuto da tutti.

Alessandro tu praticavi le corse in mountain bike, giusto? Eri anche un campione vero?

Si jena...(questo il suo proverbiale interloquire). Ma ne sono passati di anni. Correvo negli anni' 80 ed ho conquistato diversi titoli regionali. Praticavo il cross country, un po' conosciuto da tutti e soprattutto il "down hill", la dimensione più pazza e folle della mountain bike (quela che si corre giù dalle colline appunto con i caschi integrali n.d.r.). Sono venuti i titoli come dicevo ma anche tante cadute, che però sono un po' il pane di chi pratica questo sport avvincente e spettacolare. Ovviamente gli anni poi passano, le ossa si arrugginiscono, le botte si fanno sentire e capisci che non è più tempo di buttarsi a rotta di collo lungo sterrati e sentieri tortuosi; insomma capisci che è meglio lasciare spazio ai più giovani! ed eccomi qui dal 1990 con il mio negozio in Corso Genova a Ventimiglia.

Quindi sono ben ventidue anni che gestisci questa attività di rivenditore e riparatore di biciclette?

Fammi  pensare Jena. Direi proprio di si. Lo vediamo dal portachiavi che conservo qui dietro e dovrebbe far fede. Si! Anno 1990. Anche se ci tengo a precisare che con il mio team storico riuscimmo anche a farci valere fuori dai terreni fangosi e difficili da domare riservati solo alle mountain bike: nel 1993 abbiamo vinto un torneo di calcio riservato esclusivamente a ciclisti e a squadre costituite da essi. Insomma un'altra bella soddisfazione sportiva ma non strettamente ciclistica. A dimostrazione che il team "Marra" era costituito da gente che non mollava mai.

Poi dicevamo il negozio. Vedo che qui la gente si ferma per visionare, ammirato, le tue bici ma anche per fare quattro chiacchere con te.

Dici bene (ovviamente "jena"...n.d.r.). Diciamo che qui è un punto di ritrovo per gli appassionati delle due ruote. Un modo di fare quattro chiacchere su questo mondo fantastico fatto di tanti appassionati e praticanti. Come vedi ho l'officina di riparazione praticamente a vista così i miei clienti possono vedere come aggiusto i loro mezzi siano essi le più sofisticate e costose bici da strada che le più semplici e meno impegnative "grazielle". Poi ovviamente dò tanti consigli anche sui mezzi più adatti per i vari terreni che si intendono affrontare e sull'abbigliamento adatto. Insomma ci si confronta da veri innamorati dello sport.

La cosa bella, in effetti, è vedere fuori dal negozio allineate dopo la riparazione bici costosissime e bici da poche centinaia di Euro (compresa quella del sottoscritto che ha avuto problemi al "movimento centrale" come mi dice Alessandro)

Ma tranquillo, passa pure nel pomeriggio che la trovi fatta... Jena!

 

 

 

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo