lunedì 16 dicembre 2019
30.10.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Uragano "Sandy": a rischio la New York City Marathon?

New York è allagata dalla furia dell'uragano che alle tre di questa notte ha scaricato tutta la sua potenza sulla costa atlantica all'altezza della metropoli statunitense. Venti a 130 km orari. E domenica dovrebbe svolgersi la maratona che, a questo punto, potrebbe essere in forse.

Ovviamente l'ultimo dei problemi per le autorità, per i vigili del fuoco e per i volontari che stanno operando da questa notte è l'organizzazione della Maratona. Purtroppo, infatti, si contano già diciassette morti a causa dell'imperversare di questo fenomeno metereologico che a queste altezze (New Jersey - New York) si era visto raramente. Metropolitane allagate, edifici crollati, una centrale elettrica letteralmente "esplosa".

Normalmente ad essere colpite sono le zone della Florida, centinaia di km più in basso sulla costa atlantica e più esposte a cicloni e perturbazioni temporalesche di queste proporzioni.

Il Presidente Barack Obama ha dichiarato lo stato di emergenza e sospeso la campagna elettorale che lo vede opposto al repubblicano Romney.

Domenica come detto si dovrebbe correre la New York City Marathon; la regina delle 42 km in tutto il mondo. Un pettorale d'iscrizione costa svariate centinaia di Euro ma gli iscritti ogni anno sfondano il tetto dei 40.000.

Quest'anno da Ventimiglia muoverà anche Saverio Di Bari, plurimedagliato con la sua "handbike". Vedremo cosa decideranno di fare le autorità americane in ordine ad un evento sportivo che, si ripete, potrebbe passare in secondo piano rispetto alla messa in sicurezza del territorio e di decine di migliaia di persone.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo