sabato 21 settembre 2019
31.03.2012 - redazione

Ventimiglia: i propositi di SEL e Cotta per la città

comunicato stampa

 

La ricetta della felicità, di una città moderna, pulita, in grado di attirare turismo e giovani, si è conclusa con uno scioglimento del consiglio comunale. Ventimiglia da diverse settimane ha conosciuto il fenomeno del commissariamento a seguito della decisione del Presidente della Repubblica, la più alta carica istituzionale, che, insieme al Ministro dell'Interno, hanno decretato uno stop, per diciotto mesi, alla possibilità di far amministrare la città da persone elette dai cittadini. Senza dubbio, ognuno risponderà delle proprie responsabilità nelle sedi opportune, davanti ad organi giurisdizionali, deputati apposta per chiarire ed eliminare ogni ingerenza di “mala politica”.

Lo sforzo della Magistratura Antimafia, l'impegno degli organi inquirenti, quello delle forze dell'ordine e di tutti coloro che continuano ogni giorno a collaborare con la giustizia, offrono la vera forza per avere il coraggio di osare e quindi di cambiare la nostra città.

E' necessario continuare ad aprire gli occhi, affinchè nessuno dimentichi chi ha causato questa situazione, ma anzi, se quanto espresso nel decreto di scioglimento, trovasse delle conferme anche nell'ambito della legge penale, dovrà essere preoccupazione di ogni singolo cittadino capire realmente chi fossero in realtà coloro che comandavano, indisturbatamente, Ventimiglia: coloro che hanno usato il bene comune, la gestione della macchina amministrativa, unicamente per rispondere e far fruttare gli interessi personali e di una parte della società, schiacciando e mandando in putrefazione quella sana, che oggi, grazie all'intervento delle istituzioni e delle forze di polizia, ritorna a scoprire la luce del sole, la garanzia che esiste uno stato di diritto, che è in grado di riappropiarsi di un figlio, portato sulla cattiva strada.

Come cittadini di Ventimiglia, in primis e come partito politico, ci affidiamo alla Commissione Straordinaria, con la consapevolezza che il loro lavoro servirà per migliorare, senza dubbio, non solo la macchina amministrativa, ma anche la vita comune della città, tentando di eliminare ciò che resta del martirio che l'amministrazione sciolta ha compiuto in questi anni, con favoritismi, metodi clientelari, cattiverie e sopprusi.

Come Sinistra Ecologia Libertà, riteniamo però doveroso andare oltre le critiche; a Ventimiglia serviranno persone che siano in grado di portare avanti una gestione comunale improntata non solo a quanto afferma la nostra Costituzione, quindi in maniera imparziale e rappresentativa di tutte le volontà politiche che i cittadini esprimeranno con il proprio voto, ma anche istaurando un rapporto di amicizia e di rispetto reciproco, sempre sotto l'algida luce delle leggi.

Ventimiglia non la si migliora unicamente tramite delibere di giunta o documenti burocratici, ma ascoltando anche le mille voci che la vivono ogni giorno: i giovani, che chiedono spazi e possibilità non solo per trascorrere il tempo libero, ma anche per formarsi; gli anziani, offrendo loro mezzi pubblici a prezzi competitivi, affinchè possano spostarsi per tutta la città. Le donne e gli uomini di ogni giorno che lasciano la nostra città per andare a lavorare o all'estero o nelle cittadine contigue, le famiglie che trovano difficoltà quotidiane da quei servizi che dovrebbero invece essere essenziali, come i parcheggi, le scuole e la casa.

Riteniamo che continuare ad essere soci partecipanti della Società di Promozione dell'Università nell'Imperiese e magari aumentare la quota partecipativa, sia un chiaro segno di vicinanza alle famiglie che non possono permettersi di mandare i propri figli all'università in città lontane. A Ventimiglia non servono solo dei marciapiedi fatti bene, ma anche strutture di accoglienza turistica e di promozione culturale, sociale ed imprenditoriale.

In conclusione riteniamo, per le prossime elezioni, doveroso fare le dovute differenze, per rispetto anche verso coloro che credono nelle idee sociali e culturali di SEL, verso quei partiti politici che fino a ieri mattina appoggiavano l'amministrazione sciolta.

Non abbiamo intenzione di “piangerci addosso o di dimostrare di essere i più bravi”, come molte volte in passato è capitato, ma solo di creare una alternativa politica, un miglioramento sociale verso i segni e le barbarie che Ventimiglia ha subìto con l'ultima amministrazione. 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo