venerdì 20 maggio 2022
03.02.2012 - Donatella Lauria

Sentenza Tar Bordighera,Italia dei Valori:"iniziamo un'intensa campagna elettorale"

“ L’Italia dei Valori l’aveva sempre detto: la non rilevanza penale di certe condotte non vuol dire che il Consiglio di Bordighera non andasse sciolto, giacché parecchi dei suoi componenti si trovavano in una situazione di sudditanza nei confronti di certi pericolosi individui sì da esporre il consesso al pericolo di perniciosi condizionamenti. Oggi non voglio entrare nel merito delle ragioni che hanno spinto il Tar del Lazio a confermare il Decreto di scioglimento del Consiglio bordigotto emanato dall’ultimo Governo Berlusconi su proposta dell’allora Ministro degli Interni Roberto Maroni, ne intendo fare dei parallelismi tra la sentenza del giudice amministrativo laziale e quella in campo penale resa dal collegio del Tribunale di Sanremo. Le rispetto entrambe ma mi sento di dire che tra i reggitori della Cosa Pubblica nell’Imperiese c’è troppa faciloneria e superficialità. La moglie di Cesare, in questo caso gli Amministratori della “ Res publica”, devono sempre stare, durante lo svolgimento del loro mandato, al di sopra di ogni sospetto. Quando leggo sui giornali che il Sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino è pronto a ricandidarsi alla carica di Primo cittadino della Città di Confine in ogni caso, anche qualora il  Consiglio Comunale del suo Comune venisse sciolto per le stesse ragioni che hanno mandato a casa i consiglieri di Bordighera, allora mi sento di dover affermare che molta strada sul piano dell’etica politica è ancora da compiere”: sono questi i pensieri, espressi dal Segretario provinciale Gabriele Cascino, che l’Italia dei Valori imperiese oggi, all’indomani della sentenza del Tar del Lazio che ha respinto il ricorso presentato dall’ex Sindaco di Bordighera Giovanni Bosio del Pdl contro il Decreto di scioglimento del Consiglio comunale della Città delle Palme, si sente di condividere con i cittadini del quinto Comune della Provincia. Il partito del Gabbiano che Vola ha salutato con favore la decisione dei giudici romani, considerandola un punto fermo che con la giusta severità pone certi paletti invalicabili in politica. L’Italia dei Valori, sottolinea poi Cascino, da oggi inizierà un lungo cammino verso le prossime elezioni comunali bordigotte, probabilmente si terranno a primavera 2013, quando vorrà presentarsi con personaggi al di sopra di ogni sospetto. “ E’ ovviamente ancora prematuro esprimersi ma stiano sicuri i cittadini che ci faremo trovare all’appuntamento con gente seria, preparata e, soprattutto, trasparente cercando di costruire un fronte veramente alternativo ad una concezione affaristica della politica, come purtroppo è stata concepita sinora nella famosa cittadina turistica del Ponente imperiese” conclude il Segretario provinciale dell’Italia dei Valori.

Sergio Bagnoli


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo