sabato 21 settembre 2019
31.03.2012 - redazione

Sanremo: l'IDV boccia l'operato di Zoccarato sui rifiuti

comunicato stampa

Anche l’Italia dei Valori, insieme a tutte le altre forze politiche cittadine d’opposizione siano esse rappresentate o meno in Consiglio Comunale, a Sanremo boccia senz’appello l’operato dell’Amministrazione Zoccarato in materia di raccolta e smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani.

La segreteria cittadina del Partito del “ Gabbiano che Vola” , rappresentata da Maurizio Ferrara e Luca Maltagliati, ha partecipato in queste ultime settimane insieme a tutte le altre forze politiche ed associative cittadine d’opposizione alla maggioranza consiliare quali Pd, Fli, Sel, Fds e Sanremo Sostenibile, ad un tavolo comune per approntare un piano alternativo in materia a quello portato avanti dall’Amministrazione comunale.

Di queste forze solamente il Partito Democratico e Sanremo Insieme sono rappresentate in Consiglio. A parlare a nome dell’Italia dei Valori è proprio Maltagliati che rappresenta pure il pensiero del Segretario cittadino Ferrara. “ Siamo contrari al progetto- inceneritore a Sanremo, cosiccome continua ad essere sponsorizzato dall’Assessore competente Antonio Fera, non intendiamo diventare la pattumiera della Provincia di Imperia, dal momento che oggi tutti i rifiuti da Vantimiglia a Cervo vengono conferiti nella discarica di Collette Ozzotto sotto Bussana Vecchia, a costo zero ma pretendiamo che Sanremo per questo venga lautamente risarcita dalla Provincia.

Infine giudichiamo assolutamente inefficiente un piano di raccolta differenziata dei rifiuti che si accontenti di giungere ad una percentuale bassa come quella del 23% prefissata in oggi dall’Amministrazione comunale”, sottolinea Maltagliati. Lo stesso poi prosegue criticando la gestione attuale comunale in materia pure sotto il profilo economico: “ In tre anni il costo del servizio è aumentato del 25% e con esso pure le bollette che sono arrivate nelle case delle famiglie residenti.

Invece di abbattere i costi, come chiede l’Europa unita, anche per venire incontro all’impoverimento di larghe fette della popolazione, a Sanremo questi lievitano. La ragione è da ricercarsi in una percentualmente scarsa raccolta differenziata, unica strategia che condurrebbe alla loro diminuzione, giacché in tal modo cala il volume dei rifiuti conferiti in discarica.

Chiediamo pertanto a Sanremo che venga al più presto bandita una seria gara d’appalto del servizio che costringa l’appaltatore a svolgere un capillare servizio di raccolta differenziata del rifiuto e separazione di quello secco da quello organico umido da effettuarsi mediante la raccolta porta a porta”.  


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo