martedì 12 novembre 2019
12.01.2013 - REDAZIONE

Donatella Albano: "Le sentenze si discutono ma innanzitutto si rispettano"

Queste le parole a caldo della capolista al Senato per il Partito Democratico ed ex membro del Consiglio Comunale di Bordighera, a poche ore dalla sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso dell'ex Sindaco Giovanni Bosio. Parole lasciate sulla propria bacheca "facebook".

"Come abbiamo affermato in occasione delle conclusioni opposte del Tar, le sentenze si possono discutere, ma innanzitutto si rispettano.
Adesso aspettiamo la pubblicazione delle motivazioni per un commento più approfondito.

Non cambia la mia riconoscenza nell'operato delle forze dell'ordine, della magistratura, degli organi dello Stato e dei tribunali, che assicurano in uno stato di diritto la giustizia fondata sulla legge e garantita dai principi costituzionali. 

Non muta il giudizio politico, amministrativo e giudiziario nei confronti della passata amministrazione, cambia solo l'iter burocratico che ci condurrà alla prossima competizione elettorale. Chi ha scelto di mettere il valore della legalità in cima alle priorità dell' amministrazione pubblica, non può che confermare il proprio giudizio, indipendentemente dalla sentenza odierna, pensando alla dignità dei Bordigotti e al loro futuro. 

L'azione meritoria della Commissione Prefettizia è stata comunque importante per il risanamento della nostra comunità profondamente ferita. In questo periodo sono stati licenziati provvedimenti che la nostra comunità chiedeva da anni e che la precedente amministrazione non ha mai realizzato. Sono profondamente grata alla Commissione Prefettizia per il lavoro svolto.

Continueremo a lavorare per il futuro della nostra città, con lo stesso impegno di sempre, in continuità con un passato senza macchie, a testa alta per candidarsi e vincere la prossima competizione amministrativa cittadina".


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo