sabato 21 settembre 2019
24.03.2012 - redazione

I punti approvati dai Sindaci del DSS 3 Imperiese il 22 marzo

Rinnovata la convenzione con la Caritas di Albenga-imperia per l'accoglienza d'emergenza e con la coop. Ninfea per l'accoglienza dei minori, l'adesione al progetto con la Provincia per l'incontro domanda-offerta per il lavoro domestico, appresa la notizia della cartolarizzazione e messa in vendita del Barellai da parte della Regione.

Il Comitato dei Sindaci del Distretto Socio Sanitario 3 Imperiese, riunitosi in data 22 marzo u.s., ha approvato all'unanimità tutti gli otto punti all'ordine del giorno, che prevedevano, tra gli altri, il rinnovo della convenzione con la Caritas diocesana di Albenga-Imperia per l'accoglienza d'emergenza, la convenzione con la cooperativa Ninfea per l'attività di pronta accoglienza per i minori, il Bando Voucher per i servizi socio-educativi della prima infanzia e l'adesione al progetto “Interventi in materia di servizi alla persona” in collaborazione con la provincia per favorire l'incrocio tra domanda e offerta di lavoro domestico.

L'assemblea si è animata in particolar modo per la discussione dell'ultimo punto all'ordine del giorno “la cartolarizzazione dell'Ospedale Barellai di Costarainera” in quanto si è appreso di recente, da un articolo pubblicato da un organo di stampa, che la Giunta regionale ha dato il via libera alla valorizzazione della struttura Barellai di Costarainera ora sede di RSA e Hospice in vista del cambio di destinazione d'uso dell'immobile per acquisire liquidità al fine di appianare i debiti di altre province liguri.

I Sindaci hanno evidenziato la necessità di condizionare il cambio di destinazione d'uso del Consiglio Comunale di Costarainera all'avvio dei lavori del Polo riabilitativo ubicato sul complesso ex Ospedale G.F. Novaro, che sarà oggetto di una deliberazione del DSS 3 che si aggiornerà nei prossimi giorni.

«La Regione - dice Antonello Gandolfo Sindaco del Comune di Costarainera - deve inoltre, con un atto formale, garantire il convenzionamento pluriennale dei posti letto come da progetto presentato dal Direttore generale dell'ASL 1 Imperiese” per dare completezza alla riorganizzazione sanitaria oggi in atto».

I Sindaci hanno espresso con forza l’esigenza che i poli ospedalieri esistenti non vengano in nessun modo depotenziati e che anzi siano conservate le strutture complesse in essere, garanzia di professionalità e radicamento sul territorio. «Solo con il funzionamento delle strutture ospedaliere esistenti e la sinergia con il Palazzo della Salute ( i cui lavori inizieranno a giugno ) - dice a questo proposito il presidente del Distretto Socio Sanitario 3, Antonello Ranise - si potrà garantire ai cittadini un’adeguata risposta alle richieste sempre maggiori di una sanità al passo con i tempi».




Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo