lunedì 26 agosto 2019
02.12.2012 - Donatella Lauria

Bordighera: Ponenteoggi porta l'editoria "in rosa" sul tavolo dell'onorevole Maroni

Anche Ponenteoggi e l’editoria on - line al femminile, nella persona di Donatella Lauria, hanno incontrato ieri a Bordighera il Segretario federale della Lega Roberto Maroni: nel corso della tavola rotonda organizzata dall’onorevole Sonia Viale dal tema "Donne, legalità e lavoro". E tre le tante domande rivolte da donne imprenditrici, rappresentanti di categoria e giornaliste il nostro giornale ha voluto porrte l’accento sulle problematiche legate all’editoria in “rosa”, chiedendo a Maroni come la politica può agire in aiuto di nuovi editori. “Di sicuro – ha risposto il Segretario del Carroccio – le nuove realtà giornalistiche hanno bisogno di sostegno e appoggio dalle forze politiche. Nuovi imput ad incentivare i giornali on line “minori” devono arrivare dall’ambiente politico. Favorire le grandi testate non ha più senso”.

Lauria ha poi sottolineato e riferito a Maroni come su 60  quotidiani on line locali solo due siano realizzati e diretti da donne. Dato emerso dall'ultima assemblea dell'Associazione Nazionale Stampa on line, tenutasi a Varese dal 15 al 17 novembre.

Al convegno organizzato dal Carroccio bordigotto, erano dunque presenti le "donne del nord" che hanno posto alcune domande sulla politica, il lavoro, la legalità. La tavola rotonda era composta dalle giornaliste Daniela Borghi, Donatella Lauria e Loredana Demer, mentre per il mondo della politica e dell’imprenditoria hanno preso il microfono il sindaco di Vallebona Roberta Guglielmi, la presidente dell'ordine degli avvocati di Sanremo Elvira Lombardi, Claudia Torlasco di Confindustria e Sandra Santamaria di Confagricoltura.

Tra i politici e le personalità: Alessandro Falciola segretario provinciale, l'assessore provinciale Mariano Porro, Eliano Brizio sindaco di Prelà, Marco Lupi presidente del consiglio comunale di Sanremo, Nicolino del Sole consigliere comunale di Sanremo e consigliere provinciale, Adriano Ragni sindaco di San Bartolomeo al Mare, l'ex assessore comunale di Ventimiglia Andrea Spinosi, l'ex sindaco di Sanremo Davide Oddo, Antonio Fera assessore del PDL a Sanremo, Flavio di Muro segretario nazionale dei Giovani Padani, l'ex consigliere comunale di Imperia Maria Teresa Parodi e gli imprenditori Walter Vacchino e Igor Varnero.

A proposito di fisco Maroni ha sottolineato: "Basterebbe lasciare alle regioni del nord il 75 per cento delle tasse che oggi pagano, per risolvere tutti i problemi. In Liguria, ad esempio su 100 euro di tasse pagate dai cittadini, ne rimangono 35. I restanti 65 euro, lo sappiamo dove vanno: al dissesto del Comune di Napoli, al dissesto del Comune di Palermo e via dicendo". E poi. "Quando diventerò governatore della Lombardia porterò avanti un altro progetto, quello della creazione di una macroregione, partendo da Lombardia, Piemonte e Veneto, a cui potrebbe aggiungersi anche la Liguria". E su Berlusconi? "Lo vedrei bene sulla panchina del Milan – ha risposto Maroni -  Penso che potrebbe dare molto lì e aprire una fase nuova". Sulla sua proposta di scioglimento del Consiglio comunale di Bordighera, Maroni ha tenuto a precisare di non aver deciso in base alla maggioranza che all’epoca governava il Comune (il sindaco del Pdl Giovanni Bosio): "Ho ricevuto la relazione del Prefetto e l’ho fatta valutare dagli uffici, senza un minimo sguardo alla composizione della maggioranza, perchè prima di tutto viene la lotta alla criminalità organizzata".

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo