lunedì 18 novembre 2019
18.01.2012 - Andrea Di Blasio

Sanremo: Maltrattamenti alla casa di riposo 'Borea', sette arrestati - PARTICOLARI

Tra le persone in ordinanza di custodia cautelare, spicca il nome della presidente dell'ospizio Rosalba Nasi, moglie del senatore PDL Boscetto.VIDEO DEI MALTRATTAMENTI E DELLA CONFERENZA STAMPA

Come già anticipato questa mattina, è scattata all'alba l'operazione 'Acheronte' della Guardia di Finanza di Sanremo, presso la casa di riposo 'Borea', teatro di maltrattamenti e abusi verso i degenti. A sette persone sono state messe le manette ai polsi: Rosalba Nasi (presidente della fondazione 'Borea-Massa' e moglie del senatore della Repubblica Gabriele Boscetto), Assunta Mecca, Antonio Daniele Raschellà, Silvano Fagian, Igor Telpof (operatori sociosanitari della cooperativa 'L'airone'), Cristina Ciobanu e Elisabetta Ribakovska (infermiere). Attualmente la presidente Nasi si trova agli arresti domiciliari, gli altri sei arrestati in carcere.

Nel corso della conferenza stampa, il procuratore della Repubblica Cavallone, ha spiegato come avvenivano i maltrattamenti all'interno della struttura. Botte, insulti, schiaffi, abusi e quant'altro le quali sono state portate a conoscenza grazie alle segnalazioni alla guardia di finanza, da parte di parenti ed ex dipendenti che avevano notato lividi 'inspiegabili' sugli anziani ricoverati. L'indagine è quindi partita da giugno dello scorso anno e grazie a telecamere installate nei bagni e camere del 'Borea', oltre che alle intercettazioni telefoniche, sono stati accertati gli infami maltrattamenti.

"Un fatto penoso - ha affermato il procuratore Cavallone - gli anziani meritano rispetto" e cosa ancor più inquietante è che i vertici della casa di riposo sapevano quanto accadeva dentro questo ospizio degli orrori, soprattutto nei confronti dei poveri vecchietti incapaci di muoversi e di poter difendersi dagli abusi e maltrattamenti gratuiti svolti da questo personale sanitario sadico e vigliacco.

La procura ha acquisito migliaia di ore di filmati e appurato decine di casi di maltrattamento, all'interno del 'Borea' che ospita 42 anziani di cui 35 non autosufficienti. Oltre ai sette arrestati, ci sarebbero altre otto persone sotto la lente delle indagini della procura, tra le quali il direttore sanitario. Attualmente ci sono funzionari dell'ASL e dei NAS, per verificare le reali condizioni sanitarie del 'Borea'.

L'operazione è stata coordinata dal Capitano delle fiamme gialle matuziane Arianna Rovetto, dalla sezione di polizia giudiziaria del tribunale e dalla magistrato competente alle indagini Paola Marrali. Inoltre, sembrerebbe che già nel 2006 una anziana ospite del 'Borea' morì a seguito della rottura di un piatto in testa e per un'overdose di farmaci, quindi gli abusi non sono un fatto recente...

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo