giovedì 17 ottobre 2019
09.03.2012 - Alice Borutti

Porto di Imperia: i primi interrogatori di garanzia

Il gip del Tribunale di Imperia Colamartino, ha interrogato Conti, ex Direttore Generale del Porto di Imperia, Calzia, dirigente comunale a Imperia e Caltagirone, titolare di AcquaMare srl.

Alle 10:30 è iniziato l'interrogatorio di Calzia, difeso dagli avv. Marco e Roberto Frank di Genova, poi è stato il turno di Conti, difeso dall'avv. Alessandro Mager di Sanremo e di Caltagirone, difeso dagli avv. Nerio Diodà di Milano, Alessandro Moroni di Sanremo e Marco Turco di Roma.

L'avv. Diodà ha ribadito che Caltagirone conferma il corretto operato delle imprese del suo gruppo nel Porto turistico di Imperia e ha riferito che, insieme all'avv. Moroni, ha presentato un'istanza di modifica della misura cautelare affinchè vengano concessi gli arresti domiciliari al suo assistito. Caltagirone ha risposto a tutte le domande rivoltegli dal giudice e dal p.m., volte a ricostruire tutti gli aspetti economici e amministrativi del suo coinvolgimento nei lavori del Porto. Al termine dell'interrogatorio è stato riportato nel carcere di Imperia. 

Ricordiamo che il procedimento è stato avviato nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Imperia, che mira a far luce su una presunta truffa ai danni dello Stato legata alla gestione societaria dell'approdo turistico.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo