martedì 26 maggio 2020
24.11.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Bordighera: ore d'attesa per il verdetto del Consiglio di Stato

Una sentenza già scritta e "imbustata" ma che verrà resa nota, probabilmente, Lunedì mattina. Parliamo, ovviamente, del ricorso presentato dall'ex Sindaco Bosio (foto) avverso la sentenza del Tar Lazio che aveva confermato il tenore del decreto di scioglimento del Ministero di Grazia e Giustizia.

Un Comune condizionato da infiltrazioni mafiose, questo il "giudizio" contenuto nel decreto del Ministero che aveva determinato lo scioglimento dell'assise comunale della città delle "Palme".

Il Tar Lazio aveva confermato la scelta fatta in sede ministeriale. L'ex Sindaco Bosio, però, non si è arreso. Ricorso al Consiglio di Stato, organo giudicante "maggiore" e sovraelevato rispetto al Tar con produzione di nuovi documenti cartacei datati 20 Novembre.

Ieri la sentenza dei giudici romani, debitamente imbustata. Verrà resa nota soltanto nella mattinata di Lunedì (molto probabilmente). In ogni caso non mancheranno polemiche a prescindere; per una vicenda che pochi giorni fa è ritornata alla ribalta con le condanne comminate in Corte d'Appello a Genova dai giudici di secondo grado per le vicende legate alle minacce ed ai condizionamenti dell'attività politica dell'assise comunale bordigotta (nella fattispecie minacce agli Assessori Ingenito e Sferrazza).

Non resta che attendere.

Si ringrazia per la foto la redazione di Riviera 24.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo